Neurofeedback e Biofeedback: di cosa si tratta?

4 Ottobre 2020

Neurofeedback e Biofeedback

Con Neurofeedback (o EEG Biofeedback) si intende una tecnica non invasiva, derivata dal Biofeedback

Ma cosa sono ll biofeedback e Il neurofeedback ?

  • ll biofeedback (o retroazione biologica) è un metodo d’intervento psicofisiologico inquadrabile nell’ambito della psicofisiologia applicata. Esso è basato sulla teoria comportamentista e sulla psicofisiologia. 
  • Il neurofeedback è uno strumento per mezzo del quale un individuo impara a modificare l’ampiezza, la frequenza e la coerenza degli aspetti elettrofisiologici del proprio cervello. 

Attraverso il neurofeedback, che permette la visualizzazione in tempo reale, sul monitor di un computer, la propria attività elettroencefalografica

il cervello è educato a produrre onde cerebrali in specifiche ampiezze e in specifiche posizioni: fornendo un feedback immediato riguardo al proprio funzionamento, egli diventa capace di rieducare se stesso, fino a raggiungere il pattern di attività desiderato.

In cosa si differenzia dagli altri trattamenti?

Il biofeedback è un metodo d’intervento mediante il quale l’individuo impara a riconoscere, correggere e prevenire le alterazioni fisiologiche alla base di diverse condizioni patologiche con conseguente loro riduzione o eliminazione. 

L’organismo umano interagisce continuamente con l’ambiente esterno attraverso l’elaborazione di un comportamento adattativo. 

A chi può essere utile?

Adulti o bambini che possono mostrare queste difficoltà: ADHD (Attention- Deficit/ Hyperactivity Disorder),

Difficoltà di apprendimento, ansia, anche difficoltà nell’addormentamento, aggressività e difficoltà nella gestione degli impulsi, depressione, stress.

Oppure disturbi fisici:

  • emicrania,
  • acufeni,
  • disordini gastroenterici,

e molti altri sintomi. Grazie al Neurofeedback è possibile anche migliorare la performance nel lavoro e nello sport.

Ottima appare l’integrazione tra Biofeedback e Neurofeedback e trattamenti osteopatici /fisioterapici per la cura delle cefalee muscolotensive, per le nevralgie, per le problematiche posturali che determinano contratture croniche agli apparati muscolari.

I vantaggi per gli sportivi.

Il neurofeedback e il biofeedback applicazione nello sport: che grazie all’uso della metodica si possono prevedere training specialistici di preparazione mentale dell’atleta volti a migliorare la sua performance e rinforzare motivazione e anche la concentrazione.

In particolare con la respirazione cadenziata training HRV biofeedback per migliorare la prestazione atletica, con il neurofeedback per migliorare la performance sportiva

e con il biofeedback per la prevenzione degli infortuni dell’atleta migliorando la consapevolezza corporea dei distretti muscolari e training specifici su conduttanza cutanea e temperatura per migliorare la funzionalità periferica del corpo.

Prevenire e sconfiggere lo stress? 

Infine questa tecnologia si sposa con la prevenzione e la cura dello stress PROGRAMMA DI PREVENZIONE E VALUTAZIONE PSICOFISIOLOGICA DELLO STRESS UTILE per tutti e in particolare per quei soggetti che compiono attività cognitive impegnative, hanno compiti e ruoli di responsabilità, ritmi di lavoro stressanti, sindromi da jet lag e disturbi stress correlati. Sottoscriviamo convenzioni con aziende e società sportive a prezzi agevolati.

Dott.ssa Lucia Chiarioni

Dott.sa Lucia Chiarioni
Lucia Chiarioni
Psicologa-Psicoterapeuta- Psicotraumatologa- Emdr Practitioner e specializzata in Neuro e Biofeedback Linerare- Psicologa dello Sport.

Segui Psicura.it

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla NewsLetter Psicura.it per ricevere, ogni due settimane, tutte le novità e gli aggiornamenti sulle nostre attività.



    0
      0
      Carrello
      Il carrello è vuotoTorna ai Media